La conta

“1, 2, 3, 4, 5, oddio, 6, 7, 8, 9 non è possibile…10…bastardelli! ”.
Mi aggiro depressa per casa, con in testa un tragico interrogativo: “E’ arrivato il momento di farmi la tinta ai capelli?”.
Il tempo passa bellezza, mi dico masochista.Dieci capelli bianchi disposti sulla mia testa! Cerco di tirarmi su con il mezzo gaudio: tutti in fondo invecchiano… non mi consolo.
Provo a pensare a soluzioni semplici, veloci ed affidabili:
1) Li brucio con la piastra .
2) Li coloro con i pennarelli indelebili neri dei miei figli.
3) Li nascondo sotto una frangia. Però le frange stanno bene alle ventenni e a Monica Bellucci. Io non appartengo a nessuna delle due categorie.
Allora decido di fare un referendum familiar-popolare.
“Che ne dite se mi tingo i capelli?”.
Perché no? Dice la ragazzina.
Fatteli arancioni. Risponde il piccolo.
Non ne hai bisogno, dice il sagace uomo adulto di casa.
La pace interiore è ristabilita…almeno per qualche giorno, fino alla prossima conta.

P.S.: questo post è dedicato a Maddalena e Italia due donne di un tempo che è stato, come i loro nomi. Le mie prozie, ribattezzate “le Signorine” da un paese presidiato dagli uliveti.
E’ dedicato al loro modo distratto e beffardo di invecchiare, dentro una casa ariosa, palpitante di vite antiche.
Alle loro rughe che portavano con lieve indifferenza, alle loro voci musicali e roche, ai loro capelli bianchi.
A zia Lena, che a novant’anni pensava a quando avrebbe festeggiato i cento circondata dal giubilo di noi amati nipoti e pronipoti. A zia Lulù e alla sua passione per la letteratura, da divulgare fino allo sfinimento.
Invecchiare per loro era un dettaglio trascurabile. La loro vita era piena di altro, era piena di noi, e di un passato da ricordare a voce alta.
Loro sono una storia che vale la pena raccontare, una storia che prima o poi vi racconterò.

Tizianeda

2 thoughts on “La conta”

  1. bianca ha detto:

    ….prporrei….blu notte!!!!! …e te lo dice una che ….un nome ….una garan….zia!!!!!
    😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *