La festa, il settenne e i 90 mq

“Mi raccomando settenne, per la tua festa di compleanno non possiamo invitare troppi bambini”
“Perché mamma?”
“Perché nei nostri 90 mq non entrano tutti i tuoi compagni. E se non siete troppi vi divertite di più. Direi massimo sei bambini…ma mi stai ascoltando?”.
Il settenne, ormai quasi ottenne, non ha sentito le raccomandazioni di Tizianeda. Era già sparito nella sua dimensione parallela, dove probabilmente un’altra mamma più simpatica e coraggiosa lo esortava ad invitare quanti amici volesse. Senza limiti numerici.
E così, grazie alla fiducia di quest’altra mamma che vive nel mondo parallelo del quasi ottenne, per la festa del suo compleanno ci saranno: 1) S. il cuginetto, prodotto folle e divertente dell’unione tra zio Peppino ed Elisabetta, 2), l’amico del cuore D. dalla fantasia iperattiva 3) l’altro amico del cuore G. dalla fisicità iperattiva. E poi: 4) la bambina M., quella con le ciglia lunghe lunghe che sembrano truccate e quando lui la guarda gli si ferma il cuore e la mano rimane sospesa in un ciao 5) la bambina C. con i capelli rossi, invitata nei 90 mq perchè sua nonna è cugina dello Sposo Errante, quindi è parte della famiglia allargata, che qui al sud suddissimo si santifica come la domenica, il Natale, la Pasqua e tutte le feste comandate 6) l’altra bambina C. con gli occhiali e i capelli legati, dalla prima elementare, fitti fitti in due code, una sulla testa e l’altra all’altezza della nuca 7) M2, la nuova bambina accolta nel mondo gentile del settenne 8) la bambina MS la sua terza amica del cuore, quella con cui corre nel cortile della scuola ed insieme sembrano Ellie e Mister Fredricksen, l’uomo dei palloncini colorati sul tetto.
E visto che il settenne, crede fermamente nei rapporti di buon vicinato, ha invitato anche le bambine 9) A e 10) N, le sorelle che abitano un piano sopra i 90 mq della famigliola. Ovviamente alla festicciola ci sarà anche 11) S. la cugina coetanea che si crede sorella gemella del settenne.
Lo Sposo Errante ancora non sa di questa moltiplicazione di minori dentro lo spazio ristretto della famigliola, che gli farà vaticinare l’apocalisse senza possibilità di salvezza.
Tizianeda invece, che cerca, per istinto di sopravvivenza, di trovare risvolti positivi nelle situazioni tragiche, si sente fortunata a non abitare nei pressi di un qualche Collegio Internazionale popolato da bambine provenienti da posti lontani lontani. Chè il settenne, che crede fermamente negli scambi interculturali, nella promozione della pace tra i popoli e nelle bambine, le avrebbe invitate tutte nei 90 mq della famigliola.

Tizianeda

4 thoughts on “La festa, il settenne e i 90 mq”

  1. Guendalina Strana ha detto:

    Su, su coraggio, il quasi ottenne non ha sforato poi di tanto il budget bambinesco che gli era stato concesso, lo ha solo quasi raddoppiato, che vuoi che sia? E poi cedendo ai miei istinti matematici che mai mi abbandonano e mi ossessionano da prima che io scoprissi l’esistenza dei numeri, vorrei farti notare che ciascun invitato avrà ben otto virgola diciotto periodico metri quadri a disposizione. Hai idea di quante cose possa fare un essere umano sotto i dieci anni con tutto quel ben di Dio di spazio?!….no, mi sa che quest’ultima affermazione non aiuta i tuoi nervi…vabbeh, a parte questa ultima cosa, io mi preoccuperei di più dei genitori e affini che accompagneranno gli invitati, perché loro li dovrai intrattenere! Mio Dio, ho sbagliato di nuovo, non ti sto aiutando e per di più mi è venuto un commento lunghissimo…io scappo a vergognarmi in bagno. Intanto, ti prego, cancella il mio commento.

  2. Tizianeda ha detto:

    Grazie Guendalina, mi hai tranquillizzata!

    p.s.. io i tuoi commenti non li cancellerei mai!!!! 🙂

  3. Valentina ha detto:

    carinissimo questo post, hai un bimbo fantastico! 🙂

    1. Tizianeda ha detto:

      Grazie Valentina. E’ vero è fantastico. A volte anche troppo :-). Torna quando vuoi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *