Con il mare accanto

Cammina la pianta dei piedi. Cammina la terra sotto. Cammina il cuore. Cammina il battito, camminano i passi. Cammina il respiro nel vento che ti cammina. Ti cammina il vento sulle gambe, ti cammina sulla pelle, fa il solletico il vento, ti cammina sulla pancia, senza chiedere il permesso ti cammina sui seni e sulla faccia, gira intorno al collo, infila dita tra i capelli, il vento. Cammina veloce il sangue dentro, che è fiume che cammina per perdersi nel mare. Cammina il silenzio. Camminano i pensieri nel loro labirinto. Camminano le parole in fila indiana. Cammina la tristezza e camminando passa. Cammina la certezza felice di qui e ora. Cammina il sorriso. Cammina Tizianeda, la mattina cammina accanto al mare che cammina e non si ferma, con il cielo cammina che cammina sulle testa, con le nuvole cammina, con pezzi di solitudine cammina, dentro spazi muti, che sono suoi, cammina. Chè non può più farne a meno. E così la mattina con il mare accanto, lei felice, cammina.

Tizianeda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *