La gatta Tàlia e i suoi insegnamenti

Cosa mi sta insegnando la gatta Tàlia, che da circa un mese abita i 90 mq:
1. che rilassati è meglio, distaccati anche, incazzati poco ché ci si stanca
2. che il parkour casalingo, dal comodino alla sedia, dal divano al tavolo e così via, è una figata pazzesca
3. che fissare i punti nel vuoto per minuti e minuti è un ottimo metodo per non essere disturbati
4. che le unghie affilate incutono terrore
5. che si possono richiedere coccole, attenzioni, cibo senza dare nulla in cambio
6. che si può fare a meno delle cose di cui al punto 5 (tranne il cibo), purché ci sia un posto dove sonnecchiare in santa pace
7. che la notte è bello dedicarsi al nomadismo sui letti.
8. che il silenzio è la vera forza
9. che scomparire è la vera forza
10. che scodinzolare non è necessario per essere amati
11. che l’obbedienza è un dettaglio
12. che l’indipendenza è un particolare
13. che non si hanno padroni tranne che se stessi
14. che l’amore può manifestarsi dentro la forza oscura delle fusa. Inquietanti, ipnotiche, figlie degli abissi
15. che se lo chiami non viene da te, sempre se non smuovi il pacco dei croccantini
16. che se lo sgridi ti obbedisce fino a che non ti distrai
17. che saper sorprendere è la vera forza
18. che se ti lecca forse ti ama oppure ti sta pulendo
19. che in una casa è presenza e consolazione misteriosa
20. che gli animali sono maestri, perché insegnano il rispetto e non sanno l’offesa

Gatta Tàlia con libro di Fabio Procopio in attesa che lo legga e lo ripeta alla famigliola

Tizianeda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *